Pietropolli decimo sulla Muraglia Cinese

Pubblicato il: 11-10-12

Non ha avuto successo l'assalto blu-fucsia alla Muraglia Cinese.
Se infatti lo scorso anno Cunego vinse il Gpm posto proprio in prossimità della Muraglia, oggi nessun atleta della Lampre-ISD è riuscito a lasciare il segno nell'arrivo di Badaling nella 3^frazione del Giro di Pechino.
Il traguardo era posto al culmine di una salita dalle pendenze regolari, ma con un ultimo chilometro intenso ed sono stati proprio i metri finali della tappa a spegnere le speranze di vittoria di Boasson Hagen, avvantaggiatosi lungo le rampre verso la Muraglia ma poi superato da Gavazzi e Daniel Martin proprio in vista dell'arrivo.
Per la Lampre-ISD ci ha provato Pietropolli , classificatosi al 10° posto.
Paura per Malori, caduto a bordo strada nell'approccio alla salita conclusiva: per il giovane passista, una contusione al ginocchio che non gli ha comunque precluso la possibilità di terminare la corsa.

"La salita era regolare, non favoriva gli scalatori puri - ha spiegato Vicino - Abbiamo voluto correre compatti, non sprecando energie nel cercare la fuga: Mori e Pietropolli potevano avere un buon potenziale in un arrivo di questo tipo. Pietropolli è riuscito a rimanere in quel drappello di una ventina di atleti che hanno lottato per il successo, ma gli è mancato il colpo di pedale in più per ambire alle prime posizioni".

ORDINE D'ARRIVO
1° Gavazzi  4h05'08"
2° Martin  s.t.
3° Boasson Hagen  s.t.
4° Nocentini  s.t.
10° Pietropolli  s.t.
21° Mori  11", 41° Possoni  53", 64° Petacchi 4'09", 99° Bole 8'25", 100° Viganò s.t., 102° Malori  s.t., 122° Cimolai 12'44".

CLASSIFICA GENERALE
1° T. Martin  9h35'52"
2° Gavazzi  40"
3° D. Martin  50"
4° Boasson Hagen  52"
24° Pietropolli  3'06"

Lampre-ISD could not repeat the assault to the Great Wall that Cunego had performed in 2011, when a Kom prize was set on the road to the famous monument.
This year the Great Wall in Balding was the arrival of the 3rd stage of Tour of Beijing, but no blue-fuchsia rider could be in the top position: Pietropolli , 10th place, was the best from the team of general manager Saronni.
The race was won by Gavazzi, who could precede Daniele Martin and Boasson Hagen.
Crash for Malori in the approach to the final climb: the young rouleur hit his knee on a wall on the side of the road, but anyway he could reach the arrival.

"The final climb was regular, no sector were too demanding - Vicino explained - So, it was more suitable for riders such Mori and Pietropolli than for pure climbers. We tried to support these two athletes and Pietropolli succeded in pedaling in the twenty cyclists group that battle for the victory, but he could not compete for a top result".

STAGE RESULTS
1st Gavazzi  4h05'08"
2nd Martin  s.t.
3rd Boasson Hagen  s.t.
4th Nocentini  s.t.
10th Pietropolli  s.t.
21st Mori  11", 41st Possoni  53", 64th Petacchi 4'09", 99th Bole 8'25", 100th Viganò s.t., 102nd Malori  s.t., 122nd Cimolai 12'44".

OVERALL CLASSIFICATION
1st T. Martin  9h35'52"
2nd Gavazzi  40"
3rd D. Martin  50"
4th Boasson Hagen  52"
24th Pietropolli  3'06"

Comunicato Stampa