Impresa di Battaglin, doppietta per la Bardiani

Pubblicato il: 24-05-14

OROPA - Con una grandissima rimonta finale Enrico Battaglin si è aggiudicato la 14^Tappa del Giro d'Italia con arrivo in salita al Santuario d’Oropa dopo 164km. Per il team Bardiani - CSF questa è la seconda vittoria consecutiva dopo quella della di ieri ad opera di Marco Canola. "E' stata una vittoria voluta e cercata - ha spiegato Battaglin - Non vado mai in fuga e oggi sono addirittura scattato per primo al km zero. Sulla salita finale ho sempre lasciato sfogare gli altri, salendo con intelligenza con il mio passo. Poi quando negli ultimi chilometri la strada diventava meno ripida ho accelerato e iniziato a vedere Cataldo e Pantano. Li ho presi e lì ho capito che non avrei perso. Ho lanciato la volata da dietro e al momento giusto sono uscito dalla ruota di Cataldo e ho vinto. Proprio un anno fa cadevo al Giro d’Italia e mi ritiravo, oggi ho vinto questa stupenda tappa. Ieri ha vinto Marco (Canola, ndr), grande amico e compagno di stanza alle corse e oggi io. Grazie agli sponsor e a tutta la squadra fondamentale per arrivare sul gradino più alto del podio”

[CLICCA QUI E GUARDA LA FOTOGALLERY]

"Magnifico, non scopriamo certo oggi il talento di Enrico ma questa è una prova che quando ci crede veramente può essere letale su ogni tipologia di terreno - queste le parole di Roberto Reverberi - . Dopo il successo di ieri di Canola potevamo essere appagati e inveceoggi abbiamo fatto il bis. Vincere ad Oropa su questa salita è una soddisfazione incredibile per tutta la squadra e segna una nuova storica giornata per tutto il #Greenteam.”. 

CRONACA

Al chilometro zero di Aglié era proprio Battaglin a propiziare la fuga decisiva, venendo seguito da 21 atleti. I fuggitivi andando in doppia fila nel tratto in pianura prima dell’imbocco della prima salita di Alpe Noveis, guadagnavano fino a 8:30 minuti sul gruppo.

La corsa continuava lineare con i fuggitivi che con questo distacco potevano giocarsi il successo sulla salita finale di Oropa. Nella discesa dopo la penultima l’ascesa di Bielmonte, uscivano dalla fuga Andre Timmer (GIA) e Manuel Quinziato (BMC), che però veniva fermato da un guasto meccanico appena imboccata la salita di Oropa.

Con un’ottima strategia Battaglin scalava l’ascesa finale con il suo passo senza rispondere agli attacchi, mentre davanti altri due fuggitivi, Cataldo (SKY) e Pantano (COL) prendevano ai -4km Timmer, oramai senza forze. Quando i due sembravano in grado di giocarsi la vittoria, negli ultimi chilometri l’atleta del #Greenteam era autore di una fantastica rimonta e raggiungeva sotto l’arco dell’ultimo chilometro Cataldo (SKY) e Pantano (COL). Alla loro ruota rifiatava, metteva il rapporto giusto e si preparava allo sprint finale in salita e in pavè. La volata di Battaglin era imperiosa e mentre i due compagni di fuga si piantavano, lui emergeva maestosamente andando a vincere una stupenda 14° Tappa del Giro d’Italia.

Francesco Paris