Lugano si inchina a Bonifazio

Pubblicato il: 01-03-15

Marzo per la LAMPRE-MERIDA inizia con una vittoria: Niccolò Bonifazio trionfa nel Gp Lugano, cogliendo la sua prima vittoria stagionale.
Il ventunenne italiano si è imposto in volata al termine dei 184,9 km della corsa ticinese, regolando Francesco Gavazzi, Montaguti e Guldhammer, finalizzando al meglio una grande prestazione di tutto il team blu-fucsia-verde, diretto a Lugano dal tecnico elvetico Simone Pedrazzini.
La LAMPRE-MERIDA è sempre stata infatti nel vivo della corsa, inserendo un corridori, il giovane sloveno Pibernik, già nella prima fuga di giornata, un'azione promossa da 17 atleti che ha condotto la gara fino a 30 km dal traguardo.
Il gruppo è transitato compatto sull'ultimo passaggio sullo strappo di Soragno, con Niemiec nelle prime posizioni, mentre il giovane talento blu-fucsia-verde, Valerio Conti, non ha esitato a inserirsi in un allungo di altri 8 atleti: gli attaccanti sono stati raggiunti dal plotone poco prima dell'inizio dell'ultima asperità del percorso, la salita della Ruvigliana.
Nella discesa verso il traguardo il gruppo si è allungato e Cimolai è rimasto attardato per un problema causato da un contatto con la bici di un avversario, ma Niemiec è stato perfetto nel consentire a Bonifazio di far valere in volata tutta la sua velocità e "Nick the Quick" non ha fallito (foto Bettini), regalando alla LAMPRE-MERIDA la quinta gioia stagionale.
Sono invece 7 i successi di Bonifazio tra i professionisti.
"E' bello rompere il ghiaccio a livello di vittorie stagionali in una cornice suggestiva come quella di Lugano, questa vittoria è proprio una soddisfazione - il commento di Bonifazio, che ha aggiunto - Dopo l'entusiasmante finale di 2014, con i successi nella Coppa Agostoni e al Tour of Hainan, ho trascorso un inverno tranquillo e ho ripreso gli allenamenti con grandi motivazioni, con tanta voglia di migliorarmi ancora: la stagione è iniziata in Australia e piano piano la condizione è cresciuta fino al buon livello attuale. Oggi mi sentivo bene, ero sereno e sapevo di avere al mio fianco un compagno di squadra, Cimolai, capace sia di aiutarmi che di essere una buona alternativa.
Con le gambe che giravano alla grande, ho pensato soprattutto a prendere le salite finali in buona posizione per evitare buchi e per avere sempre a tiro la testa della corsa: tutto è andato per il meglio, Niemiec mi ha pilotato bene e in volata non ho avuto problemi a impormi".

"Il nostro piano di gara è stato rispettato alla perfezione, con Pibernik a coprire la prima fuga, Conti a muoversi nel finale e il duo di corridori veloci Cimolai e Bonifazio a gestirsi in vista del finale - ha spiegato il ds Pedrazzini - Bonifazio ha dato segnali positivi in gara e abbiamo deciso di puntare su di lui per lo sprint, non potendo però contare su Cimolai, rimasto attardato per uno sfortunato imprevisto.
Niccolò è stato bravissimo a imporsi, anche perché il gruppo si era ridotto a poco più di venti corridori.

Mi piace sottolineare come questa sia una vittoria all'insegna della linea verde della squadra, con i nostri protagonisti di oggi Bonifazio, Conti e Pibernik tutti al di sotto dei ventidue anni".

ORDINE D'ARRIVO
1- Bonifazio 4h38'08"
2- Gavazzi F. s.t
3- Montaguti s.t.
4- Guldhammer s.t.
5- Gerdemann s.t.

Lugano ruled by Niccolò Bonifazio

LAMPRE-MERIDA began with a victory the month of March: Niccolò Bonfazio obtained the success in the Gp Lugano, celebrating his first seasonal success.
The twenty-one years old Italian cyclist won the final sprint, at the end of the 184,9 km of the course, preceding Francesco Gavazzi, Montaguti and Guldhammer, completing in the best possible way the great performance of the whole blue-fuchsia-green team.
LAMPRE-MERIDA, in fact, was always ready to be in the head of the race in the key moments, strarting with the young Slovenian rider Pibernik, who joined a breakaway with 17 members.
The attackers led the race for 150 km, then the bunch completed the chase just before the final passage on the hill of Soragno, where Niemiec reached the summit in the front positions.
In the approach of the final climb of the course (Ruvigliana), 8 riders escaped and Conti waa among them, but the attack was neutralized soon.
In the downhill the bunch was selected and Cimolai was forced to drop because of a contact with an opponents, but Niemiec was perfect in preparing the sprint for Bonifazio, who did not miss the winning shot (photo Bettini).
The success in Gp Lugano is the 7th victory in career for "Nick the Quick", the 5th one for LAMPRE-MERIDA in 2015.
"I'm very satisfied for this first seasonal victory, Gp Lugano is a demanding race and so this result makes me happy - Bonifazio explained - The past season ended with many victories, so I could spend a calm winter and I trained with huge passion and with the aim of improving my skills.
The 2015 began in Australia and from there my condition went better and better and now the level of my competitiveness is good, that's why today I could avoid to be dropped on the climbs.
I thank the team that supported me and I share this joy with my team mates".
"The team was great in performing what we had planned for the race - sport director Pedrazzini said - Pibernik was in the main breakaway and Conti was activated in the final part of the race, while Niemiec was a perfect pilot for Bonifazio in the topic moment.
Niccolò demonstrated his very good condition, because he could resist in the front of the group that had been selected on the last climb.
An additional value of this victory is the fact that the protagonist of today race, Bonifazio, Conti and Pibernik, are all under 22 years old".

 

C.S.