Riccò a Minturno

Pubblicato il: 15-12-09

Come da consolidata tradizione il territorio pontino continua a confermarsi una delle mete preferite per i ritiri delle formazioni ciclistiche. Questa volta a percorrere le strade della nostra stupenda provincia ci sarà il team Ceramica Flaminia. La formazione professionistica laziale ha scelto infatti Minturno come sede del secondo ritiro stagionale. Il team Flaminia, squadra in cui ha militato Filippo Simeoni, ha potenziato ulteriormente la sua rosa entrando di diritto nella ristretta fascia delle squadre più competitive a livello mondiale. A dimostrazione di quanto detto basti pensare che la compagine laziale ha tesserato il <<Cobra di Formigine>>, Riccardo Riccò. Il ciclista appena citato, reduce da una squalifica per doping, ha entusiasmato con i suoi scatti in salita gli appassionati delle due ruote. Tutti probabilmente si ricorderanno della grande vittoria ottenuta al Giro d’Italia 2007 sulle tre Cime di Lavaredo quando, dopo un’interminabile fuga, regolò Piepoli, il colombiano Parra e Perez Cuapio. Memorabili le due vittorie ottenute al Tour del 2008. Il primo successo giunse in occasione della sesta frazione che si concluse a SuperBesse. In tale località il ciclista romagnolo superò allo sprint Valverde e l’attuale iride Cadel Evans. La vittoria che mostrò le vere qualità di scalatore di Riccò è stata quella ottenuta in occasione nella tappa pirenaica che condusse il gruppo da Toulouse a Bagneres de Bigorre. Nel corso dell’erta finale, il Col dell’Aspin, il Cobra staccò tutti infliggendo, ai favoriti per il podio di Parigi, un distacco medio di circa 20secondi a chilometro. Proprio venerdì scorso si è concluso il primo ritiro del team Flaminia utile per creare il giusto feeling tra i nuovi compagni di squadra e svolgere il classico rito delle visite mediche. Entusiasmo e sete di vittorie emergono dalle parole del team manager Roberto Marrone: <<La squadra è pronta ad affrontare questa nuova stagione che, credo, ci vedrà tra i protagonisti in assoluto. Ogni atleta si sta dimostrando professionalmente molto preparato e disposto ad accettare ogni sfida. Per la Ceramica Flamina questa la consideriamo l’annata decisiva per realizzare una crescita ulteriore per entrare nell\'elite del ciclismo mondiale. Abbiamo gli uomini e i mezzi per farlo ed io confido molto nel lavoro che tutti noi stiamo facendo>>.  Inoltre il direttore tecnico Omar Piscina ha illustrato tutti gli aspetti regolamentari e comportamentali che caratterizzeranno la vita del team: <<Abbiamo chiesto a tutti i componenti della squadra di sottoscrivere il regolamento sanitario interno e a gennaio sarà la volta del regolamento comportamentale; si tratta di regole semplici che garantiscono l\'eccellenza della squadra anche in aspetti non strettamente legati alle fasi di gara ma che hanno un grande effetto sulla vita interna e sui rapporti con i tifosi, gli appassionati e i media. La nostra è un\'azienda che punta ad essere un modello sotto tutti i punti di vista>>. Come anticipato la seconda sede del ritiro si svolgerà a Minturno dall’11 al 22 gennaio.

Francesco Paris