Cunego beffato allo sprint

Pubblicato il: 13-07-10

La nona tappa del Tour de France, i 204,5 km tra Morzine e Saint-Jean-de-Maurienne, ha visto spuntarla il francese Sandy Casar davanti allo spagnolo Luis Leon Sanchez (Caisse D'Epargne) e a Damiano Cunego (Lampre-Farnese). Fiato sul collo, proprio nel finale, del trio Schleck-Contador-Moreau che ha recuperato km dopo km dalla discesa della Madeleine al traguardo, su un qartetto di fuggitivi tra cui il campione italiano della Lampre. Il lussemburghese Schleck veste ora la maglia gialla da leader della classifica. Staccati di 2'50" sono arrivati al traguardo poi Ivan Basso (Liquigas) e lo statunitense Lance Armstrong (RadioSchack). La tappa ha segnato il crollo dell'australiano Cadel Evans (BMC), che come detto ha perduto la maglia gialla: il campione del mondo si è staccato dai migliori già a 40 km dal traguardo, prima della Madeleine, ed è quindi arrivato sul traguardo a oltre 8 minuti. Ora Schleck comanda la classifica generale con 41" di vantaggio su Contador e 2'45" su Sanchez. La frazione, corsa dentro a una canicola pazzesca, ha preso il via con 182 corridori, quattro in meno rispetto a due giorni fa. Non si è presentato alla partenza nemmeno l'italiano Fabio Felline della Footon-Servetto. Gli altri "caduti": l'australiano Simon Gerrans (Sky), il russo Vladimir Karpets (Katusha) e il tedesco Robert Kluge (Milram). Karpets si è sottoposto a esami da cui è emerso che ha corso per una settimana con una mano fratturata. Il momento chiave la salita e lo scollinamento della Madeleine, il primo colle fuori categoria di questo Tour (con una pendenza media del 6,2%, ma diversi tratti fino a 9,5%) la cui cima svettava però a 32 km dal traguardo: quattro in fuga a testa bassa, tra i quali Damiano Cunego. Con lui un terzetto, i francesi Sandy Casar e Anthony Charteau più lo spagnolo Luis-Leon Sanchez.. Alle loro spalle, lanciati all'inseguimento in discesa, nientemeno che Alberto Contador e Andy Schleck, cui poi si aggiungerà il francese Christophe Moreau. Questo il terzetto che ha progressivamente smangiucchiato ed eroso il vantaggio dei fuggitivi.

SkySport.it