UAE Team Emirates in gara in Toscana

Pubblicato il: 21-09-17

Dopo la parentesi dei Campionati del Mondo, riprende l’attività dell’UAE Team Emirates.
La squadra emiratina correrà in Italia, partecipando al Giro della Toscana-Memorial Martini (due tappe, 26-27 settembre) e al Gp Peccioli-Coppa Sabatini (28 settembre).

Queste le formazioni dell’UAE Team Emirates per le due gare italiane:
Giro di Toscana-Memorial Martini
Darwin ATAPUMA (Colombia)
Matteo BONO (Italia)
Kristijan DURASEK (Croazia)
Filippo GANNA (Italia)
Marko KUMP (Slovenia)
Louis MEINTJES (Sud Africa)
Aleksandr RIABUSHENKO – stagista (Bielorussia)
Federico ZURLO (Italia)
 
Gp Peccioli-Coppa Sabatini
Matteo BONO (Italia)
Kristijan DURASEK (Croazia)
Filippo GANNA (Italia)
Louis MEINTJES (Sud Africa)
Manuele MORI (Italia)
Aleksandr RIABUSHENKO – stagista (Bielorussia)
Diego ULISSI (Italia)
Federico ZURLO (Italia)
 
In entrambe le corse, l’UAE Team Emirates sarà diretta da Daniele Righi (Italia) e Orlando Maini (Italia).
Daniele Righi, direttore sportivo: “Come sempre, le strade della Toscana propongono percorsi mossi che lasciano aperte molte soluzioni di gara. In particolare, il Giro della Toscana proporrà nella seconda tappa l’interessante arrivo di Volterra, vedremo quale tra i nostri atleti saprà unire agilità ed esplosività per questo tipo di traguardo.
Nel Gp Peccioli sarà in gara Ulissi: ha già vinto questa corsa, sa come gestirsi e se arriverà dal Mondiale in buona condizione potrebbe ambire a un buon risultato. A Peccioli avremo modo di rivedere in gara Mori, al rientro alle corse dopo la caduta occorsa durante il Tour de France”.

Louis Meintjes: “Ho vissuto per alcuni anni in Toscana e conosco i percorsi che affronteremo nel Giro di Toscana e nel Gp Peccioli. Negli ultimi mesi della stagione agonistica, per fare la differenza è importante avere ancora energie nelle gambe: spero di essere ancora competitivo”.
Diego Ulissi: “Dopo il Mondiale, rientrerò alle corse nel Gp Peccioli: il percorso mi piace, nel 2013 ottenni una bella vittoria, sarebbe gratificante poter lottare ancora per un risultato di valore”.

 

C.S.