Bardiani CSF pronta per la Tirreno Adriatico

Pubblicato il: 08-03-19

La Bardiani-CSF torna sul prestigioso palcoscenico della Tirreno-Adriatico. Da mercoledì 13 a martedì 19 il #GreenTeam affronterà le sette tappe della Corsa dei Due Mari, primo appuntamento targato UCI World Tour della stagione. Diventata ormai un punto di riferimento imprescindibile nell’avvicinamento alla stagione delle Classiche, la Tirreno-Adriatico ha raggiunto un livello di competizione altissimo. Per la Bardiani-CSF si tratta dunque di una sfida di grande spessore, sicuramente difficile ma senza dubbio stimolante.

“E’ il primo confronto tra l’elite del ciclismo mondiale, non possiamo che essere felici di essere di essere tra i protagonisti” ha spiegato il DS Roberto Reverberi, guida tecnica della squadra insieme a Stefano Zanatta. “Negli ultimi anni abbiamo visto i migliori corridori di ogni specialità darsi battaglia ogni giorno. Sappiamo che per noi è difficile inserirsi, ma non saremo certo al via come figuranti. Due anni fa Maestri fu vicinissimo a vincere la maglia a punti, correndo all’attacco e senza timori: questo deve essere il nostro spirito”.
La Bardiani-CSF punterà su una formazione solida e assortita: Paolo Simion, Michael Bresciani e Marco Maronese saranno le ruote veloci, affiancati dalla pattuglia dei battitori liberi con Enrico Barbin, Mirco Maestri, Alessandro Tonelli e Luca Wackermann.
“Le sfide più difficili sono sempre l’occasione per crescere, migliorare ed imparare” ha aggiunto Zanatta. “Per una squadra giovane come la nostra è uno step importante. C’è l’occasione di misurarsi con un livello superiore e, in vista dei prossimi appuntamenti, affinare ancora la condizione”.
La corsa sarà visibile in diretta TV sui canali RAI (RaiSport e RaiDue) e su Eurosport.

TIRRENO-ADRIATICO - ITALIA 
corsa di sette tappe, 13-19 marzo
Bardiani-CSF (7 corridori)
Enrico Barbin (1990) - completo
Michael Bresciani (1994) - velocista
Mirco Maestri (1991) - passista
Marco Maronese (1994) - velocista
Paolo Simion (1992) - velocista
Alessandro Tonelli (1992) - passista
Luca Wackermann (1992) - completo

DS: Roberto Reverberi - Stefano Zanatta

  English version
BARDIANI-CSF READY FOR TIRRENO-ADRIATICO

First World Tour event of the #GreenTeam season, from March 13 to 19
Bardiani-CSF returns on the prestigious stage of Tirreno-Adriatico. From Wednesday 13 to Tuesday 19 the #GreenTeam will attend the seven stages of the Race of the Two Seas, the first UCI World Tour event of the season.
Having become an essential step in the approach to the Classic season, Tirreno-Adriatico has reached a very high level of competition. For Bardiani-CSF is a great chance, certainly difficult but without doubt stimulating.
"It is the first comparison between the elite of world cycling, we can only be happy to be among the protagonists" explained team director Roberto Reverberi, technical guide together with Stefano Zanatta. "In the last few years we have seen the best riders of every specialty fighting every day. We are conscious that it is difficult for us to get involved, but we won’t be there with a minor role. Two years ago, Maestri was very close to winning the points jersey, rushing to attack and without fear: this must be our spirit ".
Bardiani-CSF will line-up a solid and well equipped team: Paolo Simion, Michael Bresciani and Marco Maronese will be the fast wheels; Enrico Barbin, Mirco Maestri, Alessandro Tonelli and Luca Wackermann the group of attackers.
"The most difficult challenges are always an opportunity to grow, improve and learn" added Zanatta. "For a young team as we are, it's an important step. There is the opportunity to compete with a higher level and, in view of the upcoming events, refine the condition “.

TIRRENO-ADRIATICO - ITALY 
seven stages race, March 13-19

Bardiani-CSF (7 riders)
Enrico Barbin (1990) - all-rounder
Michael Bresciani (1994) - sprinter
Mirco Maestri (1991) - rouleur
Marco Maronese (1994) - sprinter
Paolo Simion (1992) - sprinter
Alessandro Tonelli (1992) - rouleur
Luca Wackermann (1992) - all-rounder
DS: Roberto Reverberi - Stefano Zanatta

Comunicato stampa