Gp Colli Rovescalesi, assolo di Andrea Garosio

Pubblicato il: 27-08-17

E' stata un'altra edizione vibrante e ricca di emozioni quella del Gp Colli Rovescalesi che ha premiato quest'oggi Andrea Garosio (Team Colpack) autore di uno spettacolare assolo nel finale di gara. Alle spalle del bresciano classe 1993, il tricolore del Campione Italiano U23, Matteo Moschetti (Viris Maserati) e il trentino Andrea Toniatti (Colpack).
LA CRONACA - In 174 hanno risposto all'appello di Stefano Saroni, deus ex machina dell'ultima grande classica del mese di agosto, prendendo il via dal cuore di Rovescala per tentare di aggiudicarsi uno dei traguardi più prestigiosi del calendario nazionale. Dopo una prima tornata percorsa a forte andatura, al chilometro 40 ha preso corpo l'azione di 12 attaccanti che sono rimasti in avanscoperta sino alle battute conclusive della manifestazione.
Natali (Viris), Rosa (Hopplà), Mozzato (Zalf), Colnaghi e Colombo (Palazzago), Campagnolo (Cipollini), Basso (General Store), Dalla Valle (Colpack), Akhmetov (Astana), Vereechen (Lotto Soudal), Davey (Zappi) e Meris (Gallina Colosio) hanno pedalato di comune accordo resistendo al comando della corsa nonostante il ritmo del gruppo non sia mai calato.
E' così che al suono della campana Rosa (Hopplà), Akhmetov (Astana), Colombo (Palazzago) e Vereechen (Lotto Soudal) sono transitati in testa con 19" di vantaggio su Natali (Viris), Basso (General Store), Dalla Valle (Colpack) e Davey (Zappi's). Il primo a riagganciare i più immediati inseguitori è stato, poco dopo, il trentino Andrea Toniatti che in un battibaleno si è riportato tutto solo sul quartetto di testa. Il portacolori della Colpack è stato seguito quindi da Moschetti (Viris) e dal terzetto composto da Covili (Palazzago), Marengo (Gallina) e Garosio (Colpack). Si è formato così il gruppetto di nove uomini che ha affrontato l'ultima scalata verso Rovescala con 20" sul gruppo. A tre chilometri dalla fettuccia bianca l'allungo deciso e vincente di Andrea Garosio (Colpack) che ha reso vana anche la strenua resistenza del kazako Akhmetov (Astana) sopravanzato sul rettifilo d'arrivo dai migliori di giornata.
UN SUCCESSO PER IL PROFESSIONISMO - Per Andrea Garosio si tratta della terza affermazione stagionale, che arriva ad appena cinque giorni di distanza dal successo di Gambassi Terme (Si): "Sto attraversando un buon momento, diventerà magico se riuscirò a coronare il sogno di passare tra i professionisti. Rovescala è uno dei traguardi più ambiti e spero mi permetta di guadagnare la fiducia di qualche team nella massima categoria" ha spiegato il bresciano a margine della cerimonia di premiazione. "Dedico questo successo alla squadra e alla mia famiglia che non mi fanno mai mancare nulla".
Entusiasta e soddisfatto anche Stefano Saroni: "Quella di oggi doveva essere una sfida tra gli uomini più in forma del momento e non ha tradito le attese. Garosio aveva vinto pochi giorni fa, sapevamo che avrebbe potuto fare bene e si è meritato questo successo. Ma devo dire bravi a tutti i ragazzi che oggi hanno regalato spettacolo in una giornata davvero molto calda e su di un percorso che si è confermato ancora una volta molto selettivo" ha commentato Saroni. "Voglio ringraziare anche il presidentissimo Remo Torregiani, il prezioso Valerio Gatti e gli amici titolari di Enertrade, main sponsor della manifestazione, Alberto Bernini e Michael Eggerschwiler, se oggi a Rovescala abbiamo potuto assistere a questa bella manifestazione è soprattutto merito loro".

Ordine d’arrivo 66° Gp Colli Rovescalesi:
1° Andrea Garosio (Colpack)
che compie i 155,7 km in 3h48’47” alla media dei 40,833
2° Matteo Moschetti (Viris Maserati) a 8”
3° Andrea Toniatti (Colpack) a 10”
4° Thomas Vereecken (Lotto Soudal U23)
5° Eros Colombo (Team Palazzago Amarù)
6° Nicola Breda (Zalf Euromobil Désirée Fior)
7° Galym Akhmetov (Astana City)
8° Massimo Rosa (Hopplà Petroli Firenze)
9° Luca Covili (Team Palazzago Amarù)
10° Lorenzo Fortunato (Hopplà Petroli Firenze)

C.S.