Alta velocita' a Ferentino, le reazioni della politica

by Francesco Paris


Inserito il 25/04/2020 - Location: Ferentino, Stazione Ferentino


Alta velocita' a Ferentino, le reazioni della politica

"Oggi è finalmente una bella giornata: oggi hanno vinto la provincia di Frosinone e i suoi cittadini". Così il presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo, commenta l'annuncio ufficiale della firma del protocollo tra Rfi e la Regione Lazio per la realizzazione di una stazione della fermata Tav a Ferentino e per nuovi investimenti in Ciociaria che permetteranno di ridurre notevolmente i tempi per raggiungere la capitale con collegamenti veloci: Frosinone-Roma in 25 minuti e Frosinone-Napoli in 35. "Sono queste le notizie e questi i progetti dei quali abbiamo bisogno, un messaggio di speranza e di futuro, che in una situazione di emergenza come quella che stiamo vivendo, ci permettono di guardare al domani con maggiore positività. La fermata dell'Alta velocità era un progetto atteso da anni che finalmente si concretizza, per ripensare il territorio in termini di nuove opportunità, minori distanze con la Capitale e il resto d'Italia, come nuova appetibilità per i nostri centri e come miglioramento della qualità della vita dei cittadini. Un'infrastruttura che sarà a servizio dell'intera provincia, permettendole di diventare uno snodo nevralgico per i collegamenti con Milano e con il sud". "La ripartenza del Paese, come ci ha dimostrato l'epidemia Covid-19 - argomenta Pompeo - deve essere necessariamente incentrata sul riequilibrio dei servizi tra grandi centri e resto dei territori provinciali, come è in sostanza il progetto della fermata Alta velocità che deve aprire la strada in altri settori, a partire da quello della sanità. Infine, - conclude il Presidente Pompeo - non posso non evidenziare la soddisfazione anche come sindaco di Ferentino, una città che negli anni ha dimostrato di saper investire sulle infrastrutture: il casello autostradale, la superstrada, la riqualificazione della stazione ferroviaria".
Quindi i ringraziamenti a Rfi, "con la quale – conclude Pompeo - abbiamo avviato una collaborazione da tempo e l'Ad Gianfranco Battisti che, da uomo del territorio, ha rappresentato di certo un valore aggiunto. Ringrazio il ministro dei Trasporti De Micheli, la Regione Lazio e il presidente Zingaretti, senza dimenticare il grandissimo gioco di squadra che ha permesso di centrare l'obiettivo e nel quale un ruolo fondamentale hanno svolto le istituzioni locali. Guardiamo già al prossimo step per passare con rapidità dalla fase di progettazione alla realizzazione dell'opera. Questa provincia e l'intero territorio non hanno tempo da perdere: dobbiamo tutti insieme correre veloci verso il futuro".

UNINDUSTRIA

Il rilancio dell’economia e della competitività della nostra Regione non poteva ripartire nel migliore dei modi, grazie all’ imponente investimento nel Lazio annunciato oggi dall’Amministratore Delegato di Ferrovie dello Stato, Gianfranco Battisti insieme al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ed al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti  Paola De Micheli.  E’ veramente una notizia che ci dà grande fiducia, l’investimento infrastrutturale avrà certamente una ricaduta molto positiva anche nella cosidetta imminente ripartenza della Fase due, e porterà un contributo di grande rilevanza nell’affrontare i prossimi mesi che non solo per la nostra Regione, ma per tutto il Paese, si annunciano molto complicati – dichiara Filippo Tortoriello Presidente di Unindustria - . Le fermate dell’ alta velocita su Frosinone e Cassino con  la realizzazione in seguito di una nuova stazione Alta Velocità a Ferentino, vanno decisamente incontro a tutte le nostre aspettative e sono un segno concreto di speranza e di rilancio per un territorio importante della nostra Regione con un tessuto produttivo di primo ordine. Il territorio di Frosinone, ha un’ elevata vocazione manifatturiera,  con il valore aggiunto provinciale del  20,7%, un aspetto che lo avvicina alla composizione del tessuto imprenditoriale del Nord d’Italia. Negli ultimi 10 anni, prima di questa drammatica emergenza sanitaria,   il valore dell’export della provincia di Frosinone ero passata da 3,6 miliardi del 2010 a 7,6 miliardi del 2019. Allo stesso tempo l’incidenza sulle esportazioni della Regione Lazio era cresciuta di 5 punti, dal 24% al 29%.  In questo ambito spicca il settore farmaceutico, Frosinone è la terza provincia italiana per esportazione di prodotti farmaceutici dopo Latina e Milano. Nel 2019 ha registrato un incremento del più 42%, ben superiore alla crescita media nazionale del più 26%. Mentre Cassino rappresenta il polo dell’ automotive nel Lazio che gravita intorno allo stabilimento FCA ed al suo indotto nel quale lavorano più di 28mila addetti per un fatturato, sempre purtroppo prima del Covid,  maggiore di 5 miliardi e mezzo. In base a questi numeri mi congratulo con l’Amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Gianfranco Battisti ed il Governatore Nicola Zingaretti e il Governo per l’importante investimento fatto sulla nostra Regione, che avrà delle ricadute fondamentali sulla sua competitività, sul suo sistema economico, e sull’attrattività del sistema turistico.  Con l’investimento annunciato  oggi, non solo la provincia di Frosinone ma tutto il Lazio avrà un forte beneficio anche in tema di attrattività complessiva del suo territorio, che però si realizzerà concretamente con la realizzazione dell’autostrada Roma – Latina che una volta realizzata vorrebbe dire unire Latina con Genova."

 “Il progetto delle stazioni  dell’ Alta Velocità – continua Giovanni Turriziani Presidente di Unindustria Frosinone -  a servizio di tutto il bacino frusinate e del Cassinate per il collegamento veloce è finalmente realtà. La nostra associazione ha sempre auspicato a considerare in tutti gli studi presentati sui collegamenti ferroviari il peso di una provincia con oltre 500 mila abitanti ed un hinterland intorno alla città di Frosinone di 150mila  abitanti. Questo aspetto  è stato presentato nel nostro studio sul Grande Capoluogo e siamo molto soddisfatti che con l’investimento presentato oggi le Fs l’abbiano preso in considerazione.  Più volte abbiamo ribadito l’importanza delle aree industriali del bacino Lazio Meridionale, e del suo ruolo strategico per le infrastrutture e la mobilità: un collegamento veloce con Roma e con il resto d’Italia potrebbe,  come è successo in altre realtà in cui sono presenti le stazioni dell’alta velocità c’è stato uno sviluppo notevole da un punto di vista sia sociale, sia economico di quelle città. Pertanto mi unisco al nostro Presidente Filippo Tortoriello nel ringraziare l’Ad di Ferrovie Gianfranco Battisti, la Regione Lazio ed il Ministero per aver avuto il coraggio di pensare in grande rispetto al nostro territorio, grazie all’investimento più importante degli ultimi 30 anni. Ora tocca a noi, ceto dirigente ed imprenditoriale, saper cogliere questa importante opportunità che viene data a tutto il territorio”.

Francesco Paris


Anzio sconfitto a Tor Sapienza

Anzio sconfitto a Tor Sapienza

Inizia con una sconfitta sul campo della Pro Calcio Tor Sapienza il campionato dell’Anzio. La squadra di Guida si fa rimontare il doppio vantaggio iniziale e cede 5-3 contro la formazione...

Frosinone - Empoli, commenti post gara

Frosinone - Empoli, commenti post gara

''Abbiamo creato molte occasioni - ha spiegato mister Nesta -, la squadra mi è piaciuta ed abbiamo interpretato bene la gara pur senza riuscire a concretizzare. Dobbiamo crescere a...

Palo e sfortuna fermano il Frosinone: allo Stirpe passa l'Empoli

Palo e sfortuna fermano il Frosinone: allo Stirpe passa l'Empoli

Il Frosinone, in un clima insolitamente gelido per essere fine settembre, ha iniziato la nuova stagione con una sconfitta. L'Empoli di mister Dionisi, dimostrandosi davvero cinica, ha...

Articoli Recenti - Cronaca
Maltempo: prima neve in Ciociaria
Maltempo: prima neve in Ciociaria

Il maltempo che, nelle ultime ore, ha imperversato in tutto il Lazio ha portato la prima neve sui rilievi ciociari. Fiocchi sono caduti su...

Leggi
Latina Scalo: chiusa la scuola Camillo Caetani
Latina Scalo: chiusa la scuola Camillo Caetani

La scuola primaria Camillo Caetani di Latina Scalo domani non riaprirà. A causa delle piogge che nelle ultime ore si sono abbattute sul...

Leggi
Covid: a Latina obbligo di mascherina
Covid: a Latina obbligo di mascherina

L'aumento di casi di Coronavirus ha costretto il Sindaco di Latina a prendere provvedimenti più severi per impedire un ulteriore...

Leggi
Tendenze