Spagna, tre podi per la DP66

Pubblicato il: 27-10-19

E' iniziata nel migliore di modi la trasferta nei Paesi Baschi (Spagna) della DP66 Giant Selle SMP: sotto la direzione del due volte iridato Daniele Pontoni, infatti, Bryan Olivo, Alice Papo e Davide Toneatti sono riusciti a conquistare tre podi internazionali di assoluto valore. Grazie anche al sostegno del meccanico Nicola Venerus e del Vice Presidente Paolo Sclisizzi, i ragazzi della DP66 hanno regalato spettacolo dal primo all'ultimo colpo di pedale. Bryan Olivo è stato bravo a chiudere al terzo posto nella prova riservata agli juniores dopo aver tenuto la testa della corsa sino agli ultimi 200 metri. Seconda piazza, invece, per Alice Papo che, all'esordio in una gara internazionale juniores, ha dato degli ottimi segnali di ripresa inchinandosi solo alla superiorità della francese Olivia Onesti. Gara tutta in salita per Davide Toneatti che, dopo essere risalito dalla quarta fila sino alle posizioni di testa grazie ad una ottima partenza, è rimasto vittima di una caduta di catena che lo ha visto precipitare oltre la cinquantesima posizione. Esemplare la sua rimonta che gli ha permesso di chiudere al terzo posto confermando l'ottimo periodo di forma attraversato ed esaltando il pubblico basco. Tifosi che sin dal mattino avevano accolto con calore e passione la presenza di Daniele Pontoni in terra iberica. "E' stata una giornata molto buona per i nostri ragazzi. Nonostante le mille difficoltà siamo riusciti a centrare tre podi molto importanti per dare sicurezza ed entusiasmo a Bryan, Alice e Davide. E' mancata solo la vittoria ma le performance offerte dai nostri atleti ci fanno ben sperare in vista della prova internazionale in programma domani ad Elorrio e, soprattutto, della gara di Jesolo del primo novembre" ha commentato a fine giornata Daniele Pontoni. Domani, come detto, Bryan Olivo, Alice Papo e Davide Toneatti saranno in scena di nuovo nei Paesi Baschi, ad Elorrio per un'altra gara internazionale mentre il resto del team sarà impegnato a Cantoira (To) nella prova valida per il Giro d'Italia Ciclocross

Comunicato stampa