Tondo Volpini pronto per la Vuelta

Pubblicato il: 20-08-10

E' "l'angelo custode di Carlos Sastre". Xavier Tondo Volpini, spagnolo di Tarragona, classe 1978, è alla sua prima stagione in un top team. Voluto fortemente dal vincitore del Tour 2008, è arrivato alla Cervelo dall'Andalucia Casajur. Professionista dal 2003, si è già tolto nelle scorse stagioni diverse soddisfazioni come la vittoria del Trofeo Joaquim Agostinho e il Giro del Portogallo.Scalatore puro, Xavier Tondo si è regalato quest'anno due bellissime vittorie: una tappa alla Parigi-Nizza e un altra al Giro di Catalunya. "Ogni stagione è differente. Però devo dire che quest'anno mi ha permesso di cogliere due bei successi. Ho potuto dimostrare che posso vincere anche ad alto livello." Però al di là di questi successi, non ha potuto aiutare Sastre, l'amico, il leader della Cervélo, come avrebbe voluto. Meno male che fra pochi giorini arriverà la Vuelta, la corsa di casa per i due spagnoli della Cervelo. Sfortunamente, durante il Giro di Polonia, Xavier Tondo è caduto e si è rotto la clavicola.Un altro terribile contrattempo per lo spagnolo? Non sembra perchè la Vuelta è l'obbiettivo principale della stagione del portacolori della Cervelo "La mia condizione è ottimale. Anche se devo allenarmi sui rulli da una settimana circa, la pedalata è quella giusta. Dopo la caduta, mi sono un pò riposato, ma fra qualche giorno tornerò ad allenarmi su strada. Ora sono già in Sierra Nevada con i miei vecchi compagni per un ritiro in altura che mi consentirà di essere in forma in vista della Vuelta. Rimarrò qui fino a due giorni prima della partenza della Vuelta."Con un obbiettivo in testa: arrivare a Madrid "Ho già corso il Giro e non l'ho finito a causa di qualche linea di febbre mentre nella prima settimana stavo bene. Adesso, mi sto allenando per essere al massimo con Carlos sulle salite della Vuelta. Questo è il mio principale obbiettivo. Carlos ha avuto diversi problemi al Giro e al Tour, però credo che alla Vuelta, sarà in forma. Sono molto concentrato per dare l'aiuto giusto al momento richiesto."Da una squadra spagnola Continental, la Andalucia Casajur, alla Cervélo, i cambiamenti sono stati molti per Xavier Tondo "Non è che sono nuovo nell'ambiente. Corro dal 2003. Però ogni squadra ha la sua mentalità. Ho sempre corso in piccole squadre, e passando alla Cervelo ho visto le differenze; alla Andalucia eravamo una banda di amici, andavamo alle corse per metterci in mostra in fuga, senza mai pensare alla vittoria. Alla Cervélo la mentalità è proprio diversa: quando andiamo alle corse, ci andiamo per puntare alla vittoria. Alla fine comunque devo dire che sono tutti e due dei buoni team. Uno è il mio passato e l'altro rappresenta il mio presente e il mio futuro."

Comunicato Stampa