A Fiuggi super Ventoso

Pubblicato il: 12-05-11

Francisco Ventoso, al termine di una appassionante volata, si è aggiudicato la sesta tappa del Giro d’Italia. La frazione che ha condotto gli atleti da Orvieto a Fiuggi, per un totale di ben 216km, è stata animata da una fuga di cinque corridori: Veikkanen, Vandewalle, Popovych, Veuchelen e Modolo. Gli attaccanti nonostante il ritmo elevato non sono riusciti a guadagnare un buon margine di vantaggio in quanto il gruppo, tirato dagli uomini della Rabobank, ha sempre fatto buona guardia.

[CLICCA QUI E GUARDA LA FOTOGALLERY (243 FOTO)]


Nei chilometri finali, complice un tracciato di gara piuttosto vallonato che ben si adattava a colpi di mano, c’è stato spazio per interessanti iniziative personali che hanno acceso gli animi del pubblico. Nonostante il gran ritmo imposto dalla Farnese Vini il primo a rompere gli indugi è Stefano Pirazzi che ha sfruttato come trampolino di lancio la salita di Anagni. Appena il corridore ciociaro si è alzato sui pedali il pubblico di Fiuggi è esploso in un lunghissimo applauso. Sfortunatamente il tentativo del beniamino di casa è stato stoppato. Dopo aver recuperato qualche energia Pirazzi si è lanciato nuovamente all’attacco ma anche il secondo affondo non ha avuto la giusta gloria. Il gruppo si è cosi presentato compatto sul rettilineo finale che presentava una leggera ascesa. Mentre i velocisti cercavano l’attimo giusto per lanciare lo sprint, dal gruppo è scattato, di gran carriera, Danilo Di Luca. Il killer di Spoltore ha costretto quindi Alessandro Petacchi ad uscire allo scoperto troppo presto e di questo ne ha approfittato Francisco Ventoso. I due velocisti hanno dato vita ad un appassionante testa a testa che si è risolto a pochi metri dalla linea d’arrivo quando Petacchi, allo stremo delle forze, ha smesso di pedalare favorendo la vittoria di Ventoso. Domani primo arrivo in quota, a Montevergine di Mercogliano. Pieter Weening resta in rosa.

IL GIRO A FIUGGI --- La Ciociaria da diversi anni a questa parte sembra aver stabilito un feeling particolare con il Giro d’Italia. La Provincia e diverse amministrazioni comunali hanno scelto proprio la massima competizione ciclistica italiana per rilanciare il turismo. Il Giro, con i suoi suoni e colori, è stata anche l’occasione per parlare di sicurezza stradale. Per tale obiettivo la Federazione Ciclistica Italiana con il prezioso supporto della Polizia ha dato vita alla fase conclusiva del progetto “Bimbi in bici”. Stefano PirazziAll’iniziativa hanno preso parte diverse scuole elementari ciociare. Ai bambini sono state illustrate, attraverso filmati audio-visivi e prove pratiche, le più importanti regole da seguire per praticare ciclismo in tutta sicurezza. Il progetto è stato molto apprezzato dai piccoli ciclisti. Con l’avvicinarsi della fine della tappa a Fiuggi si è riversato il pubblico delle grandi occasioni. Nella nota località termale un clima di festa ed allegria ben si è adattato al sole ed alle temperature quasi estive. Gli incitamenti dei tifosi si sono divisi tra i due atleti più rappresentativi della Ciociaria: Stefano Pirazzi e Valerio Agnoli. All’arrivo dei corridori la città è esplosa in un boato che ha accompagnato il notevole gesto atletico del vincitore Francisco Ventoso. Terminata la fase agonistica la musica e gli speaker di Radio 105 hanno intrattenuto il pubblico sino a sera.

Francesco Paris