Criterium del Delfinato, parata di campioni

Pubblicato il: 03-06-11

Dopo il Giro d'Italia, è già tempo di altre corse impegnative per la Lampre-ISD.
La squadra blu-fucsia sarà chiamata dal 5 al 12 giugno alla prova del Criterium del Delfinato: un cronoprologo, una cronometro e sei tappe in linea nel sud-est della Francia.
Saranno otto i corridori della Lampre-ISD diretti dal duo Maini-Bondariew: Bole, Kashechkin, Kondrut, Malori, Marzano, Niemiec, Perez Arrieta e Szeghalmi.
Lo staff blu-fucsia sarà composto dai massaggiatori Bolzonaro, Napolitano, Padlo e Varalli, dai meccanici Gaia e Kunchenko e dal dottor Guardascione.
Buone le potenzialità della squadra, con Bole in crescendo di forma e voglioso di ripetere il successo di tappa ottenuto lo scorso anno sulle strade del Delfinato.
Marzano e Niemiec sono reduci dal Giro d'Italia e verificheranno quindi quante energie avranno ancora da investire in corsa.
Per Kashechkin il Delfinato sarà un test probante per la tenuta nelle tappe più impegnative, mentre Malori concentrerà le sue attenzioni sulle due prove contro il tempo.
A Kondrut, Perez Arrieta e Szeghalmi verrà richiesta la consueta generosità per unirsi agli eventuali tentativi di fuga.

QUI KATUSHA --- Dal 5 al 12 giugno il Team Katusha sarà impegnato nel "Criterium du Dauphinè", corsa a tappe che si svolge nella provincia del Delfinato, a sud-est della Francia. La squadra russa prenderà parte alla competizione con Joaquim Rodriguez, che pochi giorni fa ha conquistato un quinto posto prestigioso nella classifica generale del "Giro d'Italia". Questa la formazione completa:
Vladimir Gusev
Mikhail Ignatyev
Sergei Ivanov
Vladimir Karpets
Alexander Kolobnev
Joaquim Rodriguez
Egor Silin
Yuriy Trofimov
Direttori sportivi: Dmitriy Konyshev, Claudio Cozzi
Ivan Basso
QUI LIQUIGAS --- Saranno i duri percorsi del Critérium du Dauphiné a ospitare il ritorno alle corse di Ivan Basso. A partire da domenica 5 giugno, fino a domenica 12, il capitano della Liquigas-Cannondale affronterà le strade francesi insieme a sette compagni: Francesco Bellotti, Mauro Da Dalto, Mauro Finetto, Kristijan Koren, Paolo Longo Borghini, Maciej Paterski e Cameron Wurf.



«L’incidente sull’Etna mi ha fatto perdere tempo ma non la grinta per preparare al meglio il Tour de France» afferma Basso. «In questo senso, il “Delfinato” sarà un importante passo grazie al quale avere un primo responso sulla condizione. Il risultato conterà poco, meglio guardare alle sensazioni. Ho davanti un mese per affinare la gamba e trovare il giusto colpo di pedale: farò tutto il possibile per presentarmi al via con la condizione ideale».



Guida tecnica della formazione verde-blu sarà il diesse Stefano Zanatta.

Francesco Paris