Pedala con i campioni della Farnese Vini

Pubblicato il: 09-06-11

Il sogno di tanti appassionati di ciclismo può finalmente diventare realtà. Quanti, guardando in tv o applaudendo a bordo strada le imprese dei grandi campioni, hanno sognato di essere in bici a fianco a loro? L'11 giugno, a Rivalta di Brentino Belluno (VR), questo desiderio potrà diventare realtà. Alla vigilia della Gran Fondo Eddy Merckx, ultima tappa del circuito della Challenge Giordana, ideata e organizzata dal noto marchio di abbigliamento tecnico per ciclisti, i granfondisti e mezzofondisti potranno infatti allenarsi insieme ai campioni della Farnese Vini – Neri Sottoli e della MCipollini – Giambenini. Così le due squadre tricolori, entrambe legate ai marchi Giordana, DMT e MCipollini, tutti di Bonferraro di Sorgà, vogliono omaggiare la Challenge e fare un regalo a tutti i loro fan.
I due team saranno a Rivalta di Brentino con i tricolori Giovanni Visconti e Monia Baccaille, ma non solo. Con i campioni italiani ci saranno tanti loro compagni di squadra: Oscar Gatto, vincitore di una tappa all'ultimo Giro d'Italia, Leonardo Giordani, Davide Ricci Bitti, Gianluca Mirenda, Luca Mazzanti e tutte le ragazze della MCipollini - Giambenini, ovvero Nicole Cooke, campionessa olimpica, Rossella Callovi, Marta Tagliaferro, Fabiana Luperini, Tatiana Guderzo, Marta Bastianelli, Samantha Galassi, Jennifer Hohl e Elisa Frisoni. Mancherà solo Julia Blindyuk, che si trova all'estero.
Insomma, sarà un vero e proprio allenamento: 25 Km sulle strade che il giorno successivo ospiteranno la Gran Fondo del Cannibale. Appuntamento l'11 giugno, alle 11:00, a Rivalta di Brentino Belluno, per realizzare un sogno e vivere un giorno da campioni, insieme ai campioni.
Prenotazioni allo  045 6655175 o a info@granfondoeddymerckx.com

POLEMICA RABOTTINI --- Non si è fatta attendere la risposta di Luca Scinto alle voci che volevano Matteo Rabottini vicino al ritorno alla Lampre - ISD, squadra con cui aveva corso da stagista lo scorso anno. "Facile valorizzare Rabottini adesso, dopo che sta andando forte. In realtà loro hanno puntato su altri giovani e forse non ritenevano Matteo abbastanza forte" ha detto l'ex corridore toscano, dopo che Roberto Damiani in mattinata aveva dichiarato che l'accordo con l'abruzzese era saltato a causa di un eccesso di corridori.
"Lui comunque è libero di scegliere il suo futuro, ma perchè lasciare chi gli ha dato fiducia e andare da chi non gli diede fiducia?" si chiede Scinto. "Io comunque non farò l'asta, la decisione sarà di Matteo" ha concluso il direttore sportivo della Farnese - Neri che aveva precedentemente voluto sottolineare come "se avrebbe un pò di orgoglio direbbe no".

Comunicato Stampa