Rui Costa imprendibile a Super Besse

Pubblicato il: 09-07-11

Non siamo al Giro d'Italia e Contador se ne è accorto. Il corridore iberico ha provato ad imporre il suo dominio nel tratto finale dell'ottava frazione del Tour de France, vinta per la cronaca da Rui Costa, ma ha trovato avversari pronti a rispondere ai suoi attacchi. La tappa odierna si è conclusa a Super Besse, cittadina francese in cui, qualche anno fà, appose la sua firma Riccardo Riccò su Valverde. Il trionfatore di giornata è stato, come anticipato, Rui Costa, fuggitivo della prima ora. Negli ultimi 30 km è scoppiata la bagarre. Nel gruppo dei big il primo a rompere gli indugi è stato il kazako Vinokourov. L'atleta della Astana ha raggiunto man mano tutti i fuggitivi ad eccezione del portoghese Rui Costa. La reazione degli altri pretendenti al "giallo" non si è fatta attendere infatti Contador ha schierato qualche gregario a tenere alto il ritmo. Negli ultimi 3 km Gilbert ha provato con una progressione delle sue ma è stato subito stoppato da Contador che ha anche provato a contrattaccare. Appena si è mosso lo scalatore iberico subito Evans e Scleck si sono piazzati alla ruota del fresco vincitore dell'ultimo Giro d'Italia. A poco dal traguardo ha piazzato uno scatto anche Damiano Cunego. Il "piccolo principe". dopo un brillante avvicinamento al Tour, sembra sempre più intenzionato a fare classifica con la speranza di poter trovare gloria personale con la vittoria di tappa. "La tappa non era affatto facile da interpretare, un chilometro e mezzo così nel finale lasciava prevedere tanti scatti- ha spiegato il veronese -. Il mio obiettivo era rimanere con i migliori. Sono scattato ai 400 metri perché stavo bene, ce n’era la possibilità e anche per guadagnare qualche secondo. Non ce l’ho fatta, ma va bene così". Bene anche Ivan Basso, passista scalatore, che su arrivi del genere ha sempre pagato dazio.

Francesco Paris