Cunego con i primi, Basso in ritardo

Pubblicato il: 20-07-11

Damiano Cunego può godersi la serata italiana del Tour de France dalla invidiabile 7^posizione della classifica generale. Il capitano della Lampre-ISD, infatti, ha superato brillantemente anche le insidie della 17^tappa del Tour de France (partenza da Gap e arrivo italiano a Pinerolo, dopo 179 km con le ascese del Saint Marguerite, della Chaussée, del Monginevro e di Pramartino), tagliando il traguardo in compagnia di Contador, di Evans, dei fratelli Schleck e di Samuel Sanchez, guadagnando 27" su Voeckler, Danielson e Basso: un risultato che ha permesso a Cunego di guadagnare una posizione nella graduatoria generale e di assestarsi a 3'34" dalla maglia gialla Voeckler.

Una fuga di 14 di attaccanti è riuscita a prendere corpo dopo un inizio di tappa combattuto e da questa azione ha potuto spiccare il volo verso la vittoria Boasson Hagen, solitario a Pinerolo.
Dietro ai fuggitivi si è lanciato in avanscoperta sulle pendici del Monginevro De Weert e tale attacco ha costretto la Lampre-ISD a dare il proprio contributo in testa al plotone principale negli ultimi 40 km di gara, visto che il corridore belga era in grado potenzialmente di superare Cunego nella classifica generale.
Sistemata la questione di De Weert, il corridore veronese ha potuto concentrarsi sulla lotta con i big della Grand Boucle, rispondendo in maniera efficace agli attacchi di Contador sulla salita di Pramartino e gestendo al meglio la discesa verso il traguardo: Cunego si è classificato al 18° posto a 4'26" dal vincitore Boasson Hagen.

"Oggi ho sistemato un altro tassello nell'importante mosaico del Tour che sto costruendo di giorno in giorno, con grande attenzione e grinta e con l'aiuto fondamentale della squadra - ha commentato Cunego al termine della gara - Durante la corsa i miei compagni sono stati fondamentali, lavorando prima per ridurre il vantaggio di De Weert, poi per consentirmi di affrontare la salita nelle prime posizione. Ora la concentrazione deve rimanere massima, perché le prossime tappe saranno difficilissime".

Soddisfatto anche Roberto Damiani, sport manager della Lampre-ISD: "Tutto è andato secondo copione: Cunego è stato impeccabile, così come i suoi compagni".

Anche Malori, ottimo nel supportare Cunego prima dell'ascesa di Pramartino, ha i suoi motivi di soddisfazione: "Nella tappa di ieri e in quella di oggi ho pedalato su una nuova bici messa a disposizione da Wilier, la Zero7, potendone apprezzare le qualità: leggerezza e stabilità mi hanno sorpreso in due frazione contraddistinte da tanta salita e tanta discesa".

ORDINE D'ARRIVO
1° Boasson Hagen 4h18'00"
2° Mollema 40"
3° Casar 50"
17° F. Schleck 4'26"
18° Cunego s.t.
19° Samuel Sanchez s.t.
20° Evans s.t.
22° Contador s.t.
24° A. Schleck s.t.
28° Voeckler 4'53"
31° Basso s.t.
71° Hondo 12'36", 72° Petacchi s.t., 75° Loosli s.t., 92° Bono 14'15", 133° Kostyuk s.t, 145° Bertagnolli s.t., 146° Malori s.t., 152° Bole s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1° Voeckler 73h23"49"
2° Evans 1'18"
3° F. Schleck 1'22"
4° A. Schleck 2'36"
5° S. Sanchez 2'59"
6° Contador 3'15"
Cunego 3'34"
Basso 3'49"

Comunicato Stampa