Sagan vince il Giro di Polonia

Pubblicato il: 06-08-11

Si chiude con il botto la trasferta in Polonia della Liquigas-Cannondale. Non pago delle due vittorie di tappa, Peter Sagan ha vinto oggi la classifica generale del Tour de Pologne, superando di 5” Martin (Garmin-Cervelo) e di 7” Marcato (Vacansoleil).
Un’impresa tutt’altro che semplice quella realizzata dal talentuoso slovacco. Sagan aveva infatti iniziato a vestire la maglia gialla mercoledì, perdendola ieri per soli 3” a beneficio di Martin, in quella che è stata la tappa regina e più impegnativa sotto il profilo altimetrico. Oggi, a Cracovia, l’obbligo era quello di guadagnare preziosi secondi con gli abbuoni dello sprint intermedio e finale per tornare a guidare la generale. Grazie al prezioso lavoro della squadra e al suo sangue freddo, Sagan ha centrato l’obiettivo: secondo sotto lo striscione d’arrivo (dietro a Kittel, Skil-Shimano) e maglia gialla conquistata (oltre a quella verde della classifica a punti).
«Questa vittoria è un premio che ripaga la grinta mia e della squadra» afferma Sagan. «Sapevo delle difficoltà che avrei incontrato ieri e avevo messo in conto il rischio di perdere la maglia. I compagni sono stati splendidi a supportarmi e permettermi di non accusare troppo ritardo su un percorso ricco di salite. Oggi siamo partiti convinti e decisi a riconquistare il primo posto in generale. Sapevamo che il risultato era a portata di mano ma le variabili erano tante: in una volata può sempre succedere di tutto. Nello sprint intermedio la manovra di Haussler mi ha impedito di lanciarmi come volevo, ma nel finale tutto è stato perfetto: la squadra ha lavorato per tenere alta la velocità mentre io sono riuscito a prendere la ruota migliore, quella di Kittel. Ho pensato solo a spingere più forte che potevo per non perdere la posizione. Sono contento, molto, ma non certo stanco di vincere».
Il risultato odierno porta il bottino stagionale di Sagan a quota undici, tra le quali due classifiche generali (Giro di Sardegna e, appunto, Tour de Pologne). Il palmares, dal suo passaggio tra i professionisti avvenuto l’anno scorso, parla invece di sedici vittorie. Infine, raggiunge quota venti il numero dei successi nel 2011 della Liquigas-Cannondale.

Comunicato Stampa