Portogallo, italiani in evidenza

Pubblicato il: 08-08-11

PORTOGALLO – Al Prologo il 7° posto di Ricci Bitti. Nella 1^ tappa, da Trofa a Oliveira do Bairro (187.7 km), il 4° posto a sorpresa di un ritrovato Emanuele Vona, poi costretto purtroppo al ritiro a seguito di problemi gastro intestinali. Nella 2^ frazione invece, da Oliveira de Azeméis a Santo Tirso (182.2 km) il brillante 3° posto di Alessandro Bisolti, replicato con un 10° ieri, nella 3^ frazione (Viana do Castelo - Mondim de Basto, 151 km) che vale il 7° posto nella classifica generale, a soli 37” da Hernani Broco, attuale leader della corsa. “La verità è che qui non c'è un metro di pianura, tanta umidità e i Portoghesi sentono questa corsa in modo particolare – spiega Stefano Giuliani, direttore sportivo dei giallo fluo in trasferta – ma noi siamo tranquilli. Alessandro anche ieri ha provato a vincere più che a fare classifica, perchè l'obiettivo è portare prima di tutto a casa un risultato parziale, e questo ragazzo merita di vincere. Ma siamo fiduciosi: ci sono ancora otto tappe, tanta salita, alcune frazioni interlocutorie che sembrano per velocisti e tanta strada da fare”. Tappe interlocutorie in cui Andrea Guardini, alla scuola delle salite in questa difficile Volta a Portugal em Bicicleta, potrebbe dire la sua mentre nelle altre, come i compagni, appoggerà la causa di Alessandro Bisolti, scalatore di casa Farnese Vini Neri Sottoli pronto a stupire: “Il livello è davvero alto, i Portoghesi vanno forte e noi lottiamo ogni giorno. Ma sono fiducioso, sto bene e tutte le volte che si presenterà un'occasione, ci proverò. Voglio portare a casa un risultato che gratifichi tutta la squadra” parola di Bisolti. Ora non resta che aspettare: il Giro finirà lunedì 15 agosto a Lisbona. C'è tutto il tempo per inventare.

QUI LAMPRE --- Ancora Francesco Gavazzi protagonista blu-fucsia nella 4° tappa del Giro di Portogallo.

Tappa nervosa la Lamego - Gouveia 182.3 km , percorso ondulato e arrivo in salita impegnativo di 5km.

La gara è entrata nel vivo quando dopo circa 50 km un drappello di 11 corridori evade dal gruppo. Il vantaggio degli attaccanti non è mai lievitato , grazie sopratutto al gran lavoro del Team Lampre-ISD , che è riuscito a chiudere sui fuggitivi a circa 6 km dall ' arrivo all ' imbocco della salita finale. Un solo reduce della fuga in compagnia di un contrattaccante dal gruppo hanno resistito al ritorno del plotone , nel quale Gavazzi è riuscito a regolare gli avversari piazzandosi al 3° posto.

Il DS Vicino : " Oggi non siamo riusciti ad entrare nella fuga di giornata così abbiamo dovuto inseguire mettendoci in testa al gruppo. Gavazzi oggi si sentiva bene e abbiamo lavorato compatti per lui , peccato che nel finale l ' azione dei due corridori ha scombinato i piani del gruppo. Da segnalare la bella prova del giovane Graziato , il quale domani potrebbe avere la sua chance di disputare la volata dato l ' arrivo pianeggiante da sprinter puri."

Segnaliamo anche il ritiro di Kondrut , dovuto a una condizione in calo già durante le scorse tappe per problemi fisici.

Francesco Paris