GATTO SUL PODIO DELLE STRADE BIANCHE, MA CHE CORSA

Pubblicato il: 04-03-12

 Foratura nel terz'ultimo pezzo di sterrato. Rimonta eroica, collaborazione giusta con gli inseguitori rimasti e degno podio di una giornata che poteva essere migliore. Calvario per Pozzato, ma la Tirreno é a tiro.

SIENA (SI) - Che corsa! I Giallo - fluo della Farnese Vini Selle Italia hanno avuto sfortuna ma hanno ugualmente brillato nell'edizione 2012 delle Strade Bianche. In particolare Oscar Gatto, capitano designato che ha fatto i numeri dopo una foratura per rientrare e arrivare davanti, finendo terzo alle spalle di Cancellara (Radioshack) e Iglinski (Astana).

LA CORSA - Per Gatto tutto (quasi) liscio fino al terz'ultimo pezzo di sterrato, dove la corsa si é decisa. Forza, prende la ruota dal suo compagno Failli, pronto li davanti e subito attivo nel supportarlo. Rientra saltando tutti i 25 corridori rimasti al comando e divisi lungo il bianco polveroso che caratterizza questa affascinante corsa RCS. Salta anche Elia Favilli, splendido giovane giallo - fluo entrato (e rimasto) nel vivo della corsa fino all'ultimo, conquistando un nono posto di prestigio in una corsa vera, a poco piu di 22 anni.
Filippo Pozzato ha invece sofferto un calvario: stando dietro per non rischiare (l'operazione alla Clavicola destra è di appena venti giorni fa) ha retto senza problemi alle frustate, ma prima ha forato, poi ha schivato una caduta, infine sul lungo sterrato di Santa Chiara ha rotto il forcellino della bici, dovendola sostituire. Una giornata nera condita dalla polvere bianca. Una condizione fisica comunque buona che Pippo porterà alla Tirreno, sperando nell'inversione di tendenza della sfortuna.

La polvere delle Strade Bianche ha offuscato i colori blu-fucsia. Leggendo l'ordine d'arrivo della corsa degli sterrati, vinta meritatamente da Fabian Cancellara, non si trovano ciclisti della Lampre-ISD fino al 36° posto di Niemiec ma, per giudicare la prestazione complessiva della squadra del general manager Saronni, è opportuno analizzare nel dettagli l'andamento della gara.

Niemiec e Mori erano i due capitani della Lampre-ISD, designati per provare a rimanere nel gruppo di testa nei momenti decisivi della gara. Purtroppo, sia lo scalatore polacco che l'atleta toscano hanno dovuto fare i conti con contrattempi proprio quando nel plotone si stava producendo la selezione principale: a poco più di 40 km dall'arrivo, Niemiec è incappato in una caduta dopo aver scollinato su uno strappo, mentre qualche chilometro più avanti Mori è rimasto attardato per colpa di una foratura. I due atleti, assieme al compagno di squadra Malori, hanno poi pedalato nel primo gruppo inseguitore, senza però riuscire a rientrare sulla testa della corsa.
Le Strade Bianche hanno invece arriso a un corridore blu-fucsia all'esordio sugli sterrati, ovvero Massimo Graziato. Il neo professionista veneto è entrato in una fuga di 12 atleti nata dopo soli 13 km di corsa, rimanendo al comando della gara fino al 135° km: davvero un ottimo approccio a corse di questo tipo.

"Non partivamo certamente da favoriti, ma avevamo l'intenzione di essere possibili outsider - ha sottolineato il ds Lerici - Purtroppo i due atleti sui quali riponevamo le maggiori speranze, ovvero Niemiec e Mori, hanno avuto contrattempi proprio quando la corsa è entrata nel vivo. Ci consoliamo con l'ottima prova di Graziato: il suo compito era quello di provare a unirsi agli eventuali attacchi nella prima parte di gara, Massimo ha svolto con puntualità e generosità quando richiesto, guadagnandosi delle soddisfazioni personali pedalando per più di 100 km in fuga.

ORDINE D'ARRIVO
1° Cancellara  4h44'59"
2° Iglinskiy 42"
3° Gatto  s.t.
36° Niemiec  7'50"

Blue-fuchsia colours don't shine in the dust of Strade Bianche.
The classification of the race, that was won by Cancellara, doesn't report Lampre-ISD's rider in the top positions (Niemiec is DD), but for judging the performance of the team of general manager Saronni it's necessary to analyze in a deeper way the evolution of the race.
Niemiec and Mori were the captains of the blue-fuchsia team and both of them had to face problems in the topic moment of the race, when the group began to be selected: Niemiec crashed at 40 km to go, at the top of a hill, while some kilometers later Mori had a puncture. They tried to chase the head of the race in the followers group (Malori with them), but they had no chance to neutralize the gap.
On the contrary, Strade Bianche was a positive experience for neo-pro Graziato, who joined the main breakaway (12 athletes) that led the race from 13 km to 135 km.

"We had no favourite cyclists, but we aimed to be outsiders - sport director Lerici said - Niemiec and Mori had no luck, so our chances were neutralized. Very good performance by Graziato: his role was to join the attacks in the early part of the course and so he did".

RACE RESULTS
1st Cancellara  4h44'59"
2nd Iglinskiy  42"
3rd Gatto  s.t.
36th Niemiec  7'50"

LE DICHIARAZIONI - "un podio importante, che spero di migliorare alla Tirreno da Mercoledi. Sono abbastanza soddisfatto, anche se poteva andare meglio se non avessi forato. Per rientrare ho speso davvero tanto in un momento delicato della corsa. Andrà meglio nelle prossime corse spero" parola di Oscar Gatto, soddisfatto ma non appagato dal Podio nell'eroica, corsa che si dimostra congeniale alle sue caratteristiche.
"Di gambe sto bene e anche a guidare la bici ormai non ho piu problemi - ha specificato Filippo Pozzato - ma se avessi avuto meno sfortuna l'avrei finita. Era questo l'obiettivo. E' andata cosi, mi sento bene, spero di essere piú fortunato alla Tirreno".


GATTO IN THE PODIUM OF STRADE BIANCHE
drilling In the third last part of dirt. He recovered all the other important riders that were working for the best final result, meanwhile Cancellara has done his winner attack. Third at the end, Gatto is ready for next steps.

SIENA (SI) - Strong race for Farnese Vini Selle Italia athletes who has done a good race in Strade Bianche 2012 edition even if they were unluck. Oscar Gatto has drilled in the most important part of the race, and he recovered all the competitors in the last segments of dirt. He arrived third, but he should have done better if there wasn't drill. Cancellara (Radioshack)won, and second arrived Iglinski (Astana).

LA CORSA - For Oscar Gatto all okey until the last three dirt parts, where he had meccanic problem. During his recovering of the other athletes, he found also Elia Favilli, one of the younger guys of the team who arrived nineth in this important race, confirmed his strong and high qualities.
Filippo Pozzato, instead, was only unluck: he drilled in the first part of the race, then he dodged a crash, then he has broken his bike in Santa Chiara part. Many difficulties for the captain of Farnese Vini Selle Italia, but the certain of a good physical status. But the team hopened to conclude the race: goal go on Tirreno - Adriatico.

DECLARATIONS - "An important podium that I hope to do better in Tirreno Adriatico, in program next week. If I hadn't the problem with the bikecicle, I could do better but I'm satisfied meanwhile from this first result of the season. Now I'm already thinking at next steps, Tirreno Adriatico and Milano Sanremo" declared Gatto after the finishline.
"I feel good but I'm not luck in this period. Today was a day with all problems, even if I have a good physical status. I hope to do better in Tirreno Adriatico and Milano Sanremo where I'll be concetrate on important results". Pozzato told.

Comunicato Stampa