La Liquigas fa festa con Sagan e Nibali

Pubblicato il: 10-03-12

 Peter Sagan (Liquigas) si è imposto nella quarta tappa della Tirreno – Adriatico 2012 da Amelia a Chieti, 252 km, imponendosi nel difficile finale su Roman Kreuziger (Astana) e Vincenzo Nibali (Liquigas). La maglia azzurra di leader è passata allo statunitense Chris Hunter (Radioshack)


Quarto a Chieti in una volata ristretta, quinto in classifica generale, dopo la prima tappa selettiva di questa Tirreno – Adriatico. Danilo Di Luca è tornato ai livelli che gli competono con la voglia e la determinazione che lo hanno sempre contraddistinto. “Oggi me la sono giocata con i più forti – ha raccontato Di Luca subito dopo l’arrivo – sto bene, la condizione c’è, anche se ho corso poco prima della Tirreno – Adriatico”.
La tappa è stata vinta da Sagan, davanti a Kreuziger, Nibali e, appunto, Di Luca;
Il corridore dell’Acqua&Sapone è convinto di poter fare bene anche domani, nella tappa che probabilmente deciderà questa Tirreno – Adriatico: “ho provato il finale di tappa due volte prima della Tirreno – conferma Di Luca – è una tappa durissima e la salita di Prati di Tivo farà grande selezione. Domani si arriva davanti in pochi. Nibali mi è sembrato molto brillante – conclude Di Luca – ma è anche normale che sia così:  ha già corso tanto in questo avvio di stagione. Io, al contrario, prima della Tirreno ho partecipato solo al GP di Lugano. Comunque domani darò tutto, poi faremo il punto”.
Sperava in una prestazione più convincente Stefano Garzelli, ma purtroppo l’atleta varesino soffre da una settimana di tosse e mal di gola: “è un periodo che la sfortuna non mi molla – ha spiegato Garzelli tra forature, contrattempi e malanni non riesco ad affrontare una corsa in tranquillità. Prima o poi girerà ..”.

Non riesce a Michele Scarponi il tris sul traguardo di Chieti della Tirreno-Adriatico. Nella 4^ frazione della Corsa dei Due Mari (partenza da Amelia e arrivo sullo strappo di Chieti dopo 252 km), il capitano della Lampre-ISD non ha potuto ripetere i successi ottenuti nel 2010 e nel 2011, dovendosi inchinare alla potenza di Sagan, vincitore davanti a Kreuziger, Nibali e Di Luca.
Scarponi ha pedalato nelle prime posizioni sulle pendenze del primo strappo della ascesa verso Chieti, per poi accusare un appannamento nella successiva rampa e nel dritto finale: Michele si è comunque difeso bene, ottenendo la 9^posizione (a 12").
Al comando della classifica generaleè balzato Horner, Scarponi 12° a 41".

Questo l'estratto del commento di Scarponi a fine tappa, e-il-primo-arrivo-in-salita-stagionale-alla-tirreno-adriatico-2012/:"Conosco bene l'arrivo di Chieti, ma la corsa è stata diversa rispetto agli scorsi anni, sia perché il percorso della tappa era meno impegnativo, sia perché il ritmo di gara è stato basso. Queste variabili hanno fatto sì che il gruppo si è presentato ancora folto a Chieti, con molti corridori potenti. Come avevo previsto, manca un po' di brillantezza, essendo stato quello di oggi il mio primo vero grosso sforzo della stagione 2012. Non sono deluso, perché non avevo ancora saggiato la mia reazione a un fuorigiri: guardo con ottimismo alla tappa di domani".

ORDINE D'ARRIVO
1° Sagan 7h24'50"
2° Kreuziger s.t.
3° Nibali s.t.
4° Di Luca s.t.
9° Scarponi 12"

CLASSIFICA GENERALE
1° Horner
2° Kreuziger 7"
3° Meyer 13"
4° Sagan 21"
12° Scarponi 41"

Michele Scarponi could not obtain the third success in a row on Chieti arrival in Tirreno-Adriatico.
Lampre-ISD's captain, in fact, crossed the finish line of the 4th stage (from Amelia to the hilly arrival in Chieti, 252 km) in 9th position, with a gap of 12" to the winner Sagan. Second place for Kreuziger, third one for Nibali.

This is a sum of Scarponi's comment (the complete one in the audio interview at the address http://www.teamlampreisd.com/videos/scarponi-e-il-primo-arrivo-in-salita-stagionale-alla-tirreno-adriatico-2012/ ): "The race has been different from the other years ones, since the course of the stage was less demanding and the pace in the bunch has been very low. These characteristics have allowed many riders to approach the climb to Chieti in the head of the race. In addition, I could not be so brilliant, since it has been my first real strong effort in a 2012 race. Considering these elements, I could be quite satisfied and I focus my attention of Prati di Tivo stage".

STAGE RESULTS
1st Sagan 7h24'50"
2nd Kreuziger s.t.
3rd Nibali s.t.
4th Di Luca s.t.
9th Scarponi 12"

OVERALL STANDING
1st Horner
2nd Kreuziger 7"
3rd Meyer 13"
4th Sagan 21"
12th Scarponi 41"

Comunicato Stampa