GIRO DELLE FIANDRE Boonen batte un superlativo Filippo Pozzato

Pubblicato il: 01-04-12

OUDEENARDE (BEL) - Infine il primo vero test di maturità della stagione del rilancio é arrivato e Filippo Pozzato non ha deluso, anzi, ha brillato dimostrando di essere un Campione da grandi appuntamenti, un atleta ritrovato nonostante la sfortuna, la frattura alla clavicola e le dicerie sul suo conto. Secondo al Giro delle Fiandre dietro a Tom Boonen che "Ha dimostrato di meritare la vittoria" come ha subito riconosciuto il principe del ciclismo, l'uomo di punta giallo – fluo che dopo l'arrivo aggiunge: "Mi dispiace non aver vinto, perché so che rimangono solo le vittorie, il resto sono solo parole. Ma sono felice di essere andato forte e di stare bene. Molti non ci credevano, dicevano che non ci sarei riuscito. Sono felice di aver dimostrato a tutti dov'&egra ve; che mi colloco e dove posso arrivare". Parlando della corsa, la dinamica è riassunta subito da Pozzato: "Una volta caduto Fabian, a cui auguro pronta guarigione, abbiamo tutti capito che sarebbe cambiata la corsa. Io potevo contare su un team davvero forte, siamo andati tutti bene e in corsa si è visto. Abbiamo accellerato con Hulsmans sul Kwaremont per vedere chi sarebbe rimasto davanti. Poi con Gatto abbiamo resistito alla selezione. Nel finale stavo bene, infatti nell'ultimo passaggio dal Kwaremont ho agganciato Ballan e solo Tom è riuscito a seguirmi, poi sul Paterberg ho provato a staccare Tom, ma ha resistito”. Sulla volata, Pippo è cristallino: “Anche se lanciata veloce non penso sarebbe cambiato molto. Tom è partito forte e non ha ceduto, neanche quando sono uscito dalla sua ruota. Peccato perchè me lo sentivo, questa corsa la sentivo e l'avevo detto a Scinto e a tutta la squadra” . A chiusura, Pozzato non ha potuto dimenticare un ringraziamento speciale per un gruppo che con lui è oggi tutt'uno: “Siamo andati forte e sono felice per la squadra che siamo. Mi spiace non aver vinto anche per loro, perchè i sacrifici sono di tutti e la fiducia che hanno in me si vede e si sente. Ma domenica c'è la Roubaix e possiamo pensare alla rivincita”. Rivincita che Pozzato cercherà con ancor maggior appetito, ora che è certo di esserci e pronto a superarsi: “Pippo è stato superlativo, non possiamo che essere felici di lui. Oggi era il più forte e ha dimostrato grande classe. Non avrebbe potuto provare altre soluzioni in quel finale e quindi siamo soddisfatti. – ha spiegato Luca Scinto, che in ammiraglia con Serge Parsani ha guidato la spedizione giallo – fluo sui muri della leggenda – ma sono felice per come sono an d ati tutti i ragazzi. Un plauso speciale va ad Hulsmans, che ha fatto da guida e da apripista sul pavè. Ma anche Failli ha aiutato, così come De Negri che c'era nel finale e ha dato la ruota a Gatto appena ne ha avuto bisogno. Favilli ha dimostrato che a ventitrè anni si può finire un Fiandre ventiduesimo e credere di non aver fatto nulla di buono, anche se non è così, e tutti gli altri sono stati eccezionali per il grande lavoro fatto. La squadra per noi è una certezza e ora puntiamo già a domenica”.

 

ARRIVO
1     Tom BOONEN     BEL     OPQ         6:04:33
2     Filippo POZZATO     ITA     FAR         +0
3     Alessandro BALLAN     ITA     BMC         +1
4     Greg VAN AVERMAET     BEL     BMC         +38
5     Peter SAGAN     SVK     LIQ         +38
6     Niki TERPSTRA     NED     OPQ         +38
7     Luca PAOLINI     ITA     KAT         +38
8     Thomas VOECKLER     FRA     EUC         +38
9     Matti BRESCHEL     DEN     RAB         +38
10     Sylvain CHAVANEL     FRA     OPQ         +38
11     Grégory RAST     SUI     RNT         +38
12     Oscar FREIRE GOMEZ     ESP     KAT         +38
13     Fabio SABATINI     ITA     LIQ         +38
14     Björn LEUKEMANS     BEL     VCD         +38
15     Alexander KRISTOFF     NOR     KAT         +38
16     Matthieu LADAGNOUS     FRA     FDJ         +38
17     Xavier FLORENCIO CABRE     ESP     KAT         +38
18     Karsten KROON     NED     SAX         +38
19     Edvald BOASSON HAGEN     NOR     SKY         +38
20     Juan Antonio FLECHA GIANNONI     ESP     SKY         +38
 

Comunicato Stampa