Kreugizer si riscatta. Grande Hesjedal

Pubblicato il: 25-05-12

Si è conclusa con la vittoria di Roman Kreugizer la 19esima tappa del Giro d'Italia da Treviso all'Alpe di Pampeago. L'atleta dell'Astana, grazie al successo odierno, è riuscito a riscattare gli undici minuti di ritardo accumulati nella tappa conclusasi a Cortina causati, probabilmente, da crampi e crisi di fame.

[CLICCA QUI E GUARDA LA FOTOGALLERY]

"La vittoria di oggi mi dà morale - afferma Kreugizer - anche se ero venuto qui per vincere il giro e non una tappa. Ho dimostrato di avere carattere anche se è ancora grande il rammarico per tutti quei minuti accumulati a Cortina. Ancora io ed il medico non riusciamo a capire i perchè di quella crisi e lunedì mi sottoporrò a delle visite mediche per cercare qualche risposta. Domani ci aspetta un'altra tappa impegnativa e pertanto proveremo con la squadra ad inventarci qualcosa".

Alpe di PampeagoOltre a Kreugizer quest'oggi può festeggiare anche Ryder Hesjedal. L'ex biker giunto secondo sul traguardo dell'Ampe di Pampeago si trova anche sul secondo gradino della classifica generale a soli 17 secondi dalla maglia rosa Rodriguez. Il canadese se anche domani riuscirà a confermare l'ottima prestazione odierna, nella cronometro di domenica avrà la seria possibilità di vincere quest'edizione del Giro d'Italia.

"Oggi tutti si aspettavano la crisi di Hesjedal - ha detto Rodriguez - invece ha attaccato mettendoci tutti in difficoltà. Se anche domani avrà questo ritmo per me sarà difficile vincere questo Giro. Hesjedal è molto forte ma sul Mortirolo tutto può accadere. La storia del ciclismo insegna che su questa salita la storia del Giro d'Italia può essere riscritta. Ovviamente Hesjedal è ora il grande favorito, oggi ha impressionato tutti quando ha resistito per tre volte a Scarponi. Io invece, ho preferito mantenere un ritmo più regolare attaccando solo alla fine, La tappa di oggi avrà un forte impatto sulla prestazione di domani."

Francesco Paris