Giro di Svizzera, a Sagan la terza tappa

Pubblicato il: 11-06-12

Arrivo in volata per la 3^frazione del Giro di Svizzera (Martigny-Aarberg, 194,7 km), ma in un finale tortuoso, non nelle corde di Alessandro Petacchi, velocista più avvezzo a sprint lineari.
Vittoria meritata per Sagan, capace di imporsi di forza su Cooke e Swift, 18° posto per Petacchi.
Prima dell’epilogo in volata, la corsa era stata monopolizzata dalla fuga di Bonnafond, Morkov e Van Genechten, azione che ha tenuto impegnato il gruppo fino all’ultimo chilometro di gara: la collaborazione di tutte le squadre (per la Lampre-ISD ha lavorato Mori) ha portato a neutralizzare la fuga giusto in tempo per lo sprint.
 
L’ultimo chilometro era molto tortuoso, con curve difficili, uno di quei finali nei quali faccio fatica a far valere la mia velocità – ha spiegato Petacchi Ho però tratto spunti positivi dalla buona condizione avvertita sugli strappi che hanno caratterizzato la parte finale di gara: sono riuscito a scollinare sempre nella prima parte del gruppo, sentendo di avere una buona gamba”.
 
Il ds Maini ha aggiunto: “Non era una volata di quelle preferite da Petacchi, speriamo possa far valere nelle prossime tappe una condizione che appare buona. Giornata tranquilla per Cunego, grandi miglioramenti per Viganò, vittima ieri di una caduta occorsa prima della partenza che gli ha causato dolori al costato, fastidio oggi molto diminuito”.

Queste sono state le parole di Peter Sagan dopo la vittoria: “Spiegare cosa sia successo e come abbia fatto a non cadere è difficile. Sono entrato forte in curva per non perdere la seconda posizione, ma l’asfalto bagnato mi ha fatto perdere aderenza. D’istinto ho tolto il piede dal pedale per non scivolare, poi sono ripartito per riprendere Cooke che si stava involando. E’ andato tutto bene, grazie ad un pizzico di fortuna ma, soprattutto, al grande lavoro della squadra. Anche oggi i compagni si sono spesi per chiudere sulla fuga che, ad un certo punto della corsa, sembrava andata. Per le prossime tappe, vedremo strada facendo: se ci sarà l’opportunità di giocarmi una nuova vittoria, non mi tirerò certo indietro”.
ORDINE D’ARRIVO
1° Sagan  4h35’32″
2° Cooke  s.t.
3° Swift  s.t.
4° Guarnieri  3″
18° Petacchi  s.t.
48° Cunego s.t.
 
CLASSIFICA GENERALE

1° Faria Da Costa  11h06’57″
2° Schleck F.  8″
3° Kreuziger  15″
17° Cunego  57″

Comunicato Stampa