Prima salita: vince Froome, Wiggins in giallo ma grande Nibali

Pubblicato il: 07-07-12

Si attendevano segnali per la classifica generale nella prima tappa di montagna del Tour de France, con arrivo in salita sull’inedita Planche des Belles Filles, e i primi responsi sono arrivati. Grande selezione, ritmi tirati e il gruppo dei favoriti che si fraziona. Vincenzo Nibali dimostra che la voglia di essere protagonista in questo Tour è forte: chiude quarto, a 7” da Froome e a 5” da Wiggins ed Evans, balzando sul podio virtuale in classifica generale (terzo, a 16” dalla nuova maglia gialla Wiggins e a 6” dall’australiano). Più pesanti i ritardi degli altri pretendenti al traguardo, mentre Ivan Basso ha mantenuto un ritmo regolare chiudendo con un ritardo di 2’53”.
Vincenzo Nibali«E’ stato un bel test che mi rende soddisfatto – ha spiegato Nibali dopo il traguardo -. Sulla carta sembrava un arrivo più semplice ma la forte andatura della Sky l’ha reso ben più difficile. Non potevo fare altro che rimanere a ruota, mentre nel finale eravamo tutti allungati ed è stato difficile sprintare, nonostante la voglia ci fosse. Sono sincero, non mi aspettavo tutta questa selezione al primo arrivo in salita e onore a Sky per il grande lavoro che ha fatto. Io sono soddisfatto, sia della mia prestazione sia per i distacchi che si sono creati, soprattutto in vista delle prossime tappe. Ho dimostrato di esserci, e così anche la mia squadra: abbiamo gestito bene la prima settimana e così punteremo a fare nelle prossime due».
Per Ivan Basso la tappa odierna è stata «molto dura, forse più di quanto potevamo aspettarci. Come prevedevamo Sky ha imposto subito il suo ritmo e Vincenzo è stato bravissimo a rimanere davanti fino alla fine. E’ stata una giornata positiva per noi e questo ci incoraggia a continuare così per sostenere Vincenzo nella sua sfida».   


QUI KATUSHA - "Dal momento che è la prima tappa di montagna sono abbastanza soddisfatto della mia prestazione - ha detto Menchov - la squadra ha lavorato bene, ho sentito il sostegno dei miei compagni di squadra durante tutta la tappa ed ho avuto buone sensazioni e buone gambe. Negli ultimi 2 km ho deciso di rallentare salendo con il mio ritmo anche perché questa in salita non era proprio adatto alle mie caratteristiche".

QUI LAMPRE - Selezione già sul primo vero arrivo in salita del Tour de France 2012 e purtroppo per i colori blu-fucsia anche Scarponi ha dovuto arrendersi al passo del Team Sky nel finale della 7^frazione, la Tomblaine-La Planche des Belles Filles (199 km).
Ciclismo Tour de France 2012La corsa ha vissuto il consueto canovaccio, con una fuga di 7 atleti neutralizzata al momento di giungere nelle fasi più calde della tappa, ovvero gli ultimi 5,9 km all'8,5 % di pendenza media e il 14% di picco massimo. Il Team Sky ha imposto un passo molto sostenuto che ha gradualmente sgretolato la resistenza degli avversari: Scarponi (foto Bettini) ha resistito fino ai 3500 mt dal traguardo, per poi giungere all'arrivo in 25^posizione a 2'05" da Froome, vincitore su Evans (+2"), Wiggins (+2") e Nibali (+7").
Cambio al comando della classifica generale, con Wiggins nuova maglia gialla e Scarponi 31° con un ritardo di 4'38".

"Le contusioni causate dalla caduta di ieri si sono fatte sentire, già stanotte non ho dormito tranquillamente e in corsa ho patito un po' la botta al fianco e al ginocchio - ha spiegato Scarponi - Sky ha impresso un ritmo molto duro, ho provato a tenere duro ma senza riuscire a tenere il passo, così ho poi tentato di limitare il distacco salendo regolare. Spero che i dolori possano riassorbirsi, così da essere in grado di provare a essere competitivo, come da miei obiettivi, nelle tappe che più mi dovrebbero essere congeniali".

Domenica 8 luglio il gruppo è atteso da un'altra tappa impegnativa, la Belfort-Porrentruy, 157,5 km con 7 Gpm (1 di 4^categoria, 1 di 3^categoria, 4 di 2^categoria e 1 di 1^categoria).

Per quanto riguarda Viganò, sofferente per una frattura scomposta alla clavicola sinistra in seguito a una caduta occorsa nella 6^tappa, rientrerà in Italia nella giornata di domenica, per essere sottoposto lunedì o martedì a un intervento chirurgico presso la Clinica Santa Rita a Vercelli.

ORDINE D'ARRIVO
1° Froome 4h58'35"
2° Evans 2"
3° Wiggins 2"
Nibali 7"
5° Taaramae 19"
25° Scarponi 2'05"
45° Marzano 3'03", 84° Stortoni 7'03", 110° Lloyd 10'18", 112° Hondo 11', 113° Petacchi s.t., 150° Bole 14'21", 156° Krivtsov Y. 16'30".

CLASSIFICA GENERALE
1° Wiggins 34h21'20"
2° Evans 10"
Nibali 16"
4° Taaramae 32"
31° Scarponi 4'38"

Francesco Paris