A Greipel la tredicesima tappa del Tour

Pubblicato il: 14-07-12

Il tedesco Andre Greipel  ha beffato lo sloveno Peter Sagan (Liquigas) sulla linea del traguardo ed ha fatto tre anche lui. Il velocista della Lotto ha infatti vinto la 13ma tappa del Tour de France, da Saint Paul Trois Chateaux a Cap d'Adge, 217 km  anche se il vento trasversale ha condizionato gli sforzi delle squadre degli sprinter, e il primo a pagare e' stato Mark Cavendish (team Sky) che si e' staccato e non ha disputato la volata. 
Visto il ritardo di Cavendish, sul finire di tappa la stessa maglia gialla Bradley Wiggins si e' impegnata in prima persona nel tentativo di riportare comunque sotto il 'treno' Sky e lanciare Edvald Boasson Hagen verso il successo. Sembrava fatta ma sono venuti fuori Greipel e Sagan ed e' stato un bellissimo duello tra i due, tirato negli ultimi 150 metri e con il tedesco, vincitore nella quarta e quinta tappa dell'edizione di quest'anno, che alla fine ha superato per primo il traguardo con meno di mezza ruota di vantaggio sullo sloveno. Terzo il norvegese Boasson Hagen. Nella speciale classifica a punti, Sagan resta comunque in testa con 296 punti, davanti a greipel a quota 232.
 
Ormai tutto si decidera' sui Pirenei, sempre piu' vicini. E da mercoledi', con la Pau-Bagneres-de-Luchon, gia' si potra' sapere come andra' a finire a Parigi la domenica successiva. Quel giorno ci sara' infatti da scalare nell'ordine il Col d'Aubisque (16,4 km di salita con pendenza media del 7,1%, considerato 'fuori categoria'), il Col du Tourmalet (19km di salita, pendenza media 7,4%, anche questo 'fuori categoria'), il Col d'Aspin (12,4 km di salita, pendenza al 4,8%, di 'prima categoria') e il Col de Peyresourde (9,5 km di salita e pendenza media del 6,7%, pure di 'prima categoria e a venti km dal traguardo di tappa). Difficile immaginare che gia' quella prima tappa pirenaica non faccia le sue 'vittime' in classifica generale

Hondo si destreggia nel vento ed è 10°

Il vento che soffiava nel tratto finale costeggiante il Golfo di Lione e la breve ma intensa salita del Mont Saint Clair (3^categoria a 23 km dal traguardo) hanno operato una netta selezione nel gruppo, portando un ridotto drappello di 50 atleti a giocarsi le possibilità di vittoria sul traguardo 
Bravi Hondo e Scarponi a superare queste insidie e a rimanere col gruppo di testa: il velocista tedesco, lesto a evitare di rimanere attardato nei ventagli che hanno contraddistinto anche gli ultimi chilometri di gara, ha provato a lanciarsi in volata nei tostuosi 1000 metri conclusivi, arrivando a ottenere il 10° posto.
La vittoria è stata conquistata da Greipel su Sagan; Scarponi ha tagliato il traguardo in 38^ posizione.
Giornata negativa per Bole, colpito da un corridore mentre si era fermato per evitare una caduta occorsa durante lo sprint intermedio a Mas de Londres: per il ciclista sloveno, una contusione al costato che non gli ha comunque impedito di completare la tappa.

"Avevo una buona opportunità, ma sono arrivato allo sprint un po' stanco, dopo aver faticato molto nei ventagli che hanno spaccato il gruppo - ha commentato Hondo - Ho affrontato col massimo sforzo lo strappo di del Mont Saint Clair, riuscendo a rientrare subito sulla testa della corsa; poi ancora sforzi per evitare di rimanere attardato nelle spaccature del gruppo causate dal vento. A 1 km dal traguardo ero in buona posizione, purtroppo da dietro mi hanno rimontato a gran velocità, sfruttando la strada in discesa, e non ho avuto più modo di rilanciare la mia bici".

ORDINE D'ARRIVO
1° Greipel 4h57'59"
2° Sagan s.t.
3° Boasson Hagen s.t.
4° Inault s.t.
10° Hondo s.t.
38° Scarponi s.t., 135° Marzano 14'04", 138° Stortoni s.t., 145° Bole s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1° Wiggins 5h32'32"
2° Froome 2'05"
3° Nibali 2'23"
4° Evans 3'19"
21° Scarponi 20'32", 78° Marzano 1h30'48", 80° Hondo 1'31'20", 97° Stortoni 1h42'35", 157° Bole 2h23'30".

The wind on the coast sector of the course and the short hill of Mont Saint Clair (3rd category at 23 km to go) selected heavely the peloton, reducing it at 50 athletes that battled for the victory in the 13th stage of Tour de France (Saint Paul Trois Chateaux-Le Cap d'Agde, 217 km.)
Hondo and Scarponi were skilful in getting over these traps, so they could reach the arrival in the head group. The German sprinter tried to battle in the final sprint, obtaining the 10th place, while the victory was conquered by Greipel. Scarponi was 38th.
Bad day for Bole, who was hit by another cyclist while he had stopped his bike in order to avoid a crash that occurred in the intermediate sprint in Mas de Londres: Slovenian athlete suffered for bruised ribs, but he completed the stage.

"I had a good chance, but I was a bit tired in the final part of the race, especially because I performed a big effort in the echelons that broke the bunch in many parts - Hondo explained - I covered the climb a bloc and I could join soon the head group; then, additional efforts to avoid other echelons. Finally, I could enter in the last km in a good position, but I was overtaken by cyclists that were following me and that could take advantage of the ligth downhill of the final part of the course".

Comunicato Stampa